Anche quelle novelle hanno le rughe..

.. e sono “bone” proprio per quello! Sono le Papas Arrugadas delle Canarie.

Non solo spiagge e sole, le isole Canarie offrono una cucina molto semplice ma ricca di sapori e di varietà.

Il ventaglio di proposte é ampio dato dalla copiosa offerta di ingredienti freschi della terra e del mare, e dalla frammentazione del territorio: le 7 isole ripropongono secondo il proprio stile i piatti tradizionali canari combinano i prodotti delle loro terre ognuna secondo le proprie tradizioni locali e dando vita a piatti dai sapori unici.

I piatti canari ci raccontano la storia dell’isola. Assaggiando il gofio ( farina di semi misti integrali tostati) cogliamo il gusto primitivo dei Guanches, gli abitanti preispanici di origine berbera. Gli stufati e le minestre di carne e di verdura ci ricordano la cucina tipica spagnola continentale portata dai marinai e mercanti spagnoli che hanno fatto dell’isola l’ultimo attracco sicuro prima della lunga traversata atlantica. E che dire delle papas arrugadas bagnate negli svariati mojos piccanti -mmmhh che bontá!!!- che sono la diretta testimonianza ed eredità del grande e ricco commercio di spezie e dei nuovi prodotti provenienti dalle Americhe. E  i platanos fritti? Sono originari della cucina africana o una prelibatezza importata dal Venezuela, Paese con cui le Canarie hanno forti relazioni ancora oggi?

Qualunque sia la storia, mi sta venendo un certo languorino, quindi basta parlare e passiamo ai fatti! È arrivata la primavera, quindi via libera a aperitivi con gli amici e picnic all’aperto! Vi propongo allora la regina tra le tapas canarie: las papas arrugadas con mojo picón, mojo verde y mojo Almogrote. Si tratta niente di meno che di patate bollite con la loro buccia servite assieme a tre salsine. Trovo che questo piatto sia ottimo da proporre per un aperitivo tra amici perché semplice da preparare, economico e ottimo come piatto conviviale!

Papas arrugadas significa patate rugose e si riferisce all’aspetto che le patate assumono dopo la cottura in acqua molto salata. Mojo, invece, sta per salsa e deriva dal portoghese molho. Il mojo picón è la salsina più tradizionale. Ne esistono milioni di varianti ma gli ingredienti base sono olio d’oliva, aglio (taaaanto), peperoncino locale detto pimienta picona, cumino, sale grosso, aceto e pimentón (paprica).

Il mojo verde é la versione verde e anche di questa salsina è possibile assaggiare tante versioni; io ho scelto di prepararla a base di prezzemolo, ma la potete fare utilizzando il coriandolo, se vi stuzzica di più.

Il mojo Almogrote invece é una specialità dell’isola di Gomera. Si tratta di un paté a base di formaggio di capra molto stagionato (queso gomero) e un po’ piccante. É ottimo da spalmare anche sul pane tostato.

Siccome é molto difficile reperire in Italia le papas bonita, la qualità di patate autoctona Canaria alla base di questo piatto, il formaggio Gomero e tutti gli altri ingredienti tipici, avete 2 possibilità:

1 – prendere spunto dai post di Francy su Lanzarote e Fuerteventura e fare un bel viaggio alle Canarie; tra spiagge vulcaniche, corsi di surf e paesaggi super wild, non dimenticatevi di comprarvi chili di patate, peperoncino, pimentón e formaggio tipico;

2 – rimpiazzare gli ingredienti irreperibili con prodotti italiani. Vi promettiamo che non sarete giudicati, anche perché io ho fatto esattamente la stessa cosa ;P

Io ho usato delle buonissime piccole patate rosse che ho comprato al mercato sotto casa, piccoli peperoncini rossi secchi e per il formaggio ho optato per un formaggio di capra molto stagionato, ma potete anche usare un buon pecorino romano o sardo senza che la ricetta ne risenta.

Pronti per cucinare? Ecco la ricetta:

Papas arrugadas con mojo picón, mojo verde e mojo Almogrote

Ingredienti  per 4 persone

Papas arrugadas

700 gr di piccole patate

200 gr di sale grosso

Una fetta di limone

Mojo picóningredienti

3 denti d’aglio

1 cucchiaio di aceto bianco o di mele

4 cucchiai di olio extravergine di oliva

2 peperoncini secchi                                          

1/2 cucchiaino di sale grosso                           

1 cucchiaino di cumino

1 cucchiaino di pimentón o paprica dolce

Mojo verde

1/2 mazzetto di prezzemolo

2 denti d’aglio

1 cucchiaino di aceto bianco o di mele

4 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 cucchiaino di cumino

1/2 cucchiaino di sale

Mojo Almogrote

120 gr di formaggio di capra stagionato o di pecorino

1 peperoncino secco

1 cucchiaino di pimentón o paprica dolce

8 cucchiai di olio extravergine di oliva

Procedimento:

Fate bollire le patate nell’acqua assieme al sale grosso e alla fetta di limone. Quando sono cotte scolatele, rimettetele nella pentola e fatele asciugare a fuoco medio, facendo attenzione a non bruciarle. Noterete che la pelle delle patate si raggrinzerà e si formerà una sottile crosta bianca di sale.

Mojo picón

Mettete in un mortaio (se non lo avete potete usare il frullatore ad immersione) l’aglio tagliato a pezzetti, il sale e i peperoncini privi dei semi e pestate il tutto. Quando avrete ottenuto una pasta aggiungete il cumino, la paprica e l’aceto e continuate ad amalgamare con il pestello; infine unite l’olio e rendete la salsina omogenea.

Mojo verde

Dopo aver mondato e asciugato  il prezzemolo, tagliatelo grossolanamente, pestatelo (o frullatelo) assieme al sale grosso e all’aglio fino ad ottenere una pasta. Aggiungete quindi il cumino e l’aceto e continuate a pestare. Quando sarà tutto ben amalgamato aggiungete l’olio.

Mojo Almogrote

Tagliate a piccoli pezzi il formaggio e poi frullatelo assieme all’olio, all’aglio, alla paprica e al peperoncino fino ad ottenere un paté.

Servite le vostre papas arrugadas a temperatura ambiente o fredde e rigorosamente con la buccia!

Un saluto dalla Li/z/etta e alla prossima ricetta ;D

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...