Vietnam e Cambogia

cropped-img_1763.jpg

“Non dimenticherò mai gli istanti in cui, dopo il rumore crepitante sulla ghiaietta che dall’hangar portava alla statale per Hanoi, le ruote cominciarono a girare silenziose sull’asfalto, gli alberi a sfrecciare e il vento a gonfiarmi la camicia. Poco dopo successe qualcosa a cui non ero preparato, e che ancora oggi mi riempie di un confuso senso di gratitudine e d’imbarazzo ogni volta che mi si riaffaccia alla memoria. Le donne con il cappello di paglia a cono e i pantaloni di raso nero passavano camminando svelte sotto il peso dei bilanceri, da cui pendevano ceste piene di frutta o di legna da ardere; le piantine di riso scintillavano nei prati sotto il sole del tardo pomeriggio, e dalle vecchie biciclette col manubrio alto e i freni a bacchetta che sfilavano sui cigli della strada, la gente mi salutava rallentando il ritmo delle pedalate; il paesaggio intorno a me era di una bellezza tranquilla e perfetta.

Le difficoltà attraverso le quali ero arrivato fin lì mi sembravano adesso avvolte in una nebbia che ne attenuava i contorni, e c’era tutto il Vietnam davanti, tutta una strada in discesa per arrivare a Saigon.”

In Vespa da Roma a Saigon – Giorgio Bettinelli

Partiamo dal presupposto che questo è stato il nostro primo viaggio in Asia, proprio come Roma – Saigon è stato il primo viaggio in Vespa per Giorgio Bettinelli: perdonatemi quindi se in qualche punto, proprio come lui, non riuscirò a contenere il mio entusiasmo; ma questo sarà per sempre il viaggio che porterò nel cuore e sul quale misurerò tutti gli altri.

Sulla scia della Vespa di Bettinelli, abbiamo deciso di partire dal Nord e scendere verso Sud via terra, per quanto possibile, lungo tutto il Paese per terminare nella capitale Saigon: qui trovate la mappa con indicate  le tappe principali.

Questa scelta si è rivelata vincente perché ci ha permesso di includere anche una brevissima escursione di 3 giorni in Cambogia nella zona di Siem Riep, dove abbiamo visitato i templi dell’antica città Angkor Wat, ormai gigantesca area archeologica, dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità.

Scheda Viaggio

Quando: Agosto 2013

Durata: 3 settimane

Con chi: Marco e Valeria

Guida: Lonely Planet

Moneta: Riel cambogiano, Đồng vietnamita

Romanzo: L’amante – Marguerite Duras

Must see: Angkor Wat, Black river, Halong Bay, Huè – La città proibita, Hoi An

Accessori indispensabili: sacco lenzuolo, anti-zanzara, scarpe da trekking, pile, mantellina impermeabile

Post collegati: Vietnam e Cambogia #1 – Tre giorni ad Angkor Wat; Vietnam e Cambogia #2 – Vietnam del Nord; Vietnam e Cambogia #3 – Due treni, tre biciclette e un battello; Vietnam e Cambogia #4 – I vizi della Capitale: caffè, skybar e crociere sul Mekong